Secondo la marina statunitense i videogiochi fanno bene

La marina statunitense ha rilasciato oggi i dettagli riguardanti uno studio effettuato circa i benefici o gli svantaggi di chi gioca ai videogiochi. Secondo quanto riportato si evincono i benefici che questo divertimento porta a chi lo pratica. Ad annunciarlo è il Dr. Ray Perez, secondo il quale i videogiocatori avrebbero una maggiore capacità di adattamento a situazioni mutevoli. Gli utenti ricaverebbero inoltre un aumento delle abilità percettive che si attesterebbero attorno 10, 20 % in più dei non giocatori. Vi sarebbe infine un incremento della memoria a breve termine.

Questo studio, sebbene non dimostri nulla di nuovo dai recenti test effettuati da altre società, è stato realizzato a fini bellici, cercando di verificare quindi quanto una riproduzione di guerra possa o meno agevolare lo sviluppo di un soldato.

Articolo precedenteUna storia di prima qualità Alan Wake
Prossimo articoloUna petizione per la realizzazione di Counter Strike 2
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.