Il mondo di Rapture orami i giocatori lo conoscono molto bene, quello che non sanno è che, all’inizio dello sviluppo del primo Bioshock, questo doveva essere molto diverso da come è diventato alla fine. A parlarcene è Alex Kay di Irrational Games sul sito ufficiale della compagnia. A quanto pare molte sono le differenze, a partire dai nemici, non più umani mutanti ma insetti. Essi si sarebbero occupati di raccogliere l’Adam che sarebbe poi stato portato a delle regine. Queste dovevano essere protette da dei loro simili da chiunque avesse provato a rubargli la tanto preziosa sostanza.

E gli umani? I nostri simili non sarebbero stati altro che degli schiavi adibiti al funzionamento manuale di macchinari. In aggiunta a Rapture ci sarebbero dovuti essere dei compartimenti con pressione atmosferica variabile. Questa avrebbe portato al gioco molte differenze tra gli insetti che abitano le varie zone a diversa pressurizzazione. Proprio quest’ultima feature a quanto pare è stata l’ultima ad essere eliminata per motivi tecnici quale l’impossibilità di realizzare un effetto che rendesse visibile questa peculiarità. Infine anche la mappa che conosciamo sarebbe dovuta essere diversa in quanto sostituita da un drone chiamato Nav-Bot.

Quello che ci chiediamo ora è “se il gioco fosse stato così, sarebbe stato lo stesso un capolavoro?”

Articolo precedenteUna petizione per la realizzazione di Counter Strike 2
Prossimo articoloDettagli sul DRM di Battlefield Bad Company 2
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.