È proprio vero che per sentirsi veramente a casa bisogna andare nel posto giusto al momento giusto e con le persone giuste. E proprio in occasione del primo torneo di Call of Duty Modern Warfare 2 organizzato da Cyberludus presso il Gamez0ne di Reggio Calabria nella giornata di domenica 24 gennaio tutti ci siamo sentiti, come si suol dire, a casa.

Questione di evento, di partecipanti, di organizzazione e si perché no, anche di numeri e di atmosfera. Proprio quest’ultima è stato il risultato più soddisfacente della giornata, uno di quelli non comuni a nessun altro evento al di fuori di un torneo videoludico ricco di partecipanti determinati, esperti e sportivi soprattutto. Lo spirito di competizione in un torneo LAN è presente tanto quanto lo è in una qualsiasi competizione sportiva. La tensione, l’ansia del verdetto finale hanno accompagnato tutta la giornata dalle ore 10 del mattino alle 10 di sera, invogliando ogni team alla ricerca e al ripasso di tutte le strategie e gli stratagemmi conosciuti. Prima dell’inizio tutto si spera funzioni come deve fino al momento decisivo, dove – freschi di aver imparato una nuova lezione frag dopo frag – si ha l’esito di ogni fatica: vittoria o sconfitta.

Ma come abbiamo detto, la determinazione è stata solo uno dei tanti elementi che hanno caratterizzato l’evento. A prescindere dal risultato finale quello che si è apprezzato di più è stata l’atmosfera di svago che noi organizzatori, gli iscritti e non per ultimi i curiosi di turno hanno contribuito a creare.

Parlando di dati e classifiche, il torneo ha ospitato ben 10 squadre , per un totale di 50 giocatori , divise in due gironi e con sessioni di semifinali e finali serratissime seguendo le modalità dello scontro incrociato. Appartenevano al girone A le squadre, Old School , Onliners , Così su due piedi (indubbiamente curioso come nome), Bloody Myst ed MGS , mentre il girone B ha visto interessati i team Nigga , Aeon, Red Dots , EF e Fox Hound . Il podio finale ha visto trionfare al terzo posto gli Aeon (dopo un duro scontro con i Nigga), al secondo gli Old School e al primo gli Onliners che si sono aggiudicati due match su tre nell’agguerrita finale con mappe a scelta.

I locali di Gamez0ne pullulavano di giocatori, le postazioni – ben armate di mouse e tastiera personali – occupate dagli iscritti al torneo, e perfino la sala adibita alla postazione di DJ Hero , l’ultimissimo gioco musicale di Activision con tanto di console da DJ, non è rimasta vuota per un momento, anzi è perfino riuscita ad intrattenere con sfide tra i presenti (staff compreso) e ad attirare l’attenzione di Filippo Lo Presti , DJ di professione ormai più che affermato in quel di Reggio.

A dirla tutta l’unica sala rimasta vuota per quasi l’intera giornata è stata quella strettamente riservata alla premiazione, adibita ad interviste ai team vincitori che non mancheremo presto di pubblicare su Cyberludus.com e mandate in onda dalla TV locale di Reggio Calabria.

Ma i premi e i vincitori non si sono limitati ai primi posti del torneo dal momento che oltre le tre prestigiose coppe e interviste, a fine giornata altri tre vincitori sono stati estratti tra tutti i partecipanti per aggiudicarsi le due schede madri ASUS – M4A79 Deluxe e M4A78-HTPC/RC – e la scheda video ASUS ENGTS250 DK/HTDI/512MD3 .

In altre parole l’evento è stato una preziosa occasione per chiunque. Indubbiamente è stata un’occasione per noi dello staff che non abbiamo mancato di approfondire la conoscenza, rispondere alle domande dei più audaci e curiosi e soprattutto di scambiarci reciproci sorrisi di soddisfazione. Un’occasione è stata anche per tutti i videogiocatori della città di Reggio Calabria che hanno potuto trascorrere un fine settimana all’insegna della loro passione, infatti è pure vero che eventi di questo tipo sono particolarmente rari in quasi tutto il sud Italia e che è altrettanto vero che ciò ha impreziosito ulteriormente tutta la giornata e il lavoro e la partecipazione di tutti.

Eventi del genere devono in qualche modo alimentare e promuovere la cultura popolare per eccellenza che è quella del videogioco, interessare i non giocatori, scuotere i pensieri e le idee, spesse volte negative, che si creano in una società priva di un’informazione diffusa ed efficace e in special modo – come in questo caso – partecipativa. Proprio perché crediamo fortemente che la partecipazione a questi eventi consente di entrare mentalmente e fisicamente, ma anche di comprendere o semplicemente osservare da vicino, quel mondo tanto affascinante che è quello dei videogiochi, noi di Cyberludus promettiamo ulteriori giornate all’insegna di tornei, informazione e dello svago.

Indubbiamente come ogni importante occasione, il risultato è dato dalla sinergia di diversi organizzatori al di fuori dello staff, in primo luogo i nostri più sentiti ringraziamenti vanno ad ASUS ed Activision per la stretta collaborazione e per il materiale messo a nostra disposizione. Non possiamo non ringraziare per l’ospitalità e il prezioso aiuto Andrea Cannizzaro e tutto il Gamez0ne di Reggio. Infine, come non dire un grosso grazie a tutti i presenti, tra iscritti e curiosi, per la loro presenza e passione, primo indiscutibile ed indispensabile elemento che alimenta il portale e la nostra stessa passione per l’informazione del videogioco inteso come il medium d’eccellenza.

Articolo precedenteFootball Manager 2010
Prossimo articoloI master in videogame design approdano in Italia
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.