Restare al passo con i tempi e garantire un sequel meritevole all’ottimo Forza Motorsport 2 non era un compito facile. Il team di Turn 10 pare, però, esserci riuscito senza troppi problemi, confezionando un prodotto solido, ben calibrato e con tante personalizzazioni possibili. Siamo di fronte – per dirla in modo brutale ma sincero – al gioco che vale il prezzo del biglietto, pardon della console. Gli appassionati del genere automobilistico non possono mancare l’appuntamento con questo terzo episodio della serie. In attesa di fare un paragone con il rivale “fantasma”, ossia Gran Turismo 5, Forza Motorsport 3 (per gli amici Forza3!) ha dovuto confrontarsi con la piacevolissima sorpresa regalataci dagli studi di Electronic Arts. Non è un mistero il grosso successo ottenuto da Need For Speed Shift che, di fatto, quest’anno ha messo in allarme tutti i rivali.

Forza Motorsport 3

Carriera e parco macchine

L’evento che più coinvolgerà il giocatore, e sul quale è bene sin da subito porre l’attenzione, è – banalmente – la carriera. L’avverbio serve soltanto a far presente che, in effetti, ogni titolo automobilistico non manca di avere una modalità progressiva. L’unico tentativo di eliminare questa opzione è stato appunto proposto da Poliphony Digital nel suo recente GT Portable e, visti i risultati, è forse il caso di sottolineare che una tale modalità non è attualmente rimovibile o sostituibile in un simulatore del genere. Insomma: dare all’utente un senso di progressione durante il gioco, ponendolo di fronte ad una vera e propria carriera è elemento imprescindibile che spinge il giocatore a macinare chilometri su chilometri. FM3 ci inizierà alla guida di autovetture di scarsa qualità. Dovremo inizialmente accontentarci di quel che passa in cantiere. Man mano che progrediremo con i nostri successi, potremo anche metterci al volante di veri e propri bolidi che, al 99,9%, nessuno di noi guiderà mai nella realtà. Continuando a parlare della modalità carriera, intitolata nello specifico “Stagione”, occorre subito fissare qualche punto interessante. Il susseguirsi delle corse si adatterà alle auto presenti nel nostro garage, senza costringerci a fare acquisti obbligati. La carriera è, per così dire, dinamica, proponendo eventi e competizioni accessibili dai mezzi di cui disponiamo. Ampliando ovviamente il nostro parco macchine, verranno anche ad aumentare le gare e le competizioni cui potremo prender parte.

È stato mantenuto il sistema dei punti esperienza, che vengono assegnati a seconda del risultato ottenuto in una corsa. Passando poi da un livello esperienza ad un altro, ci verrà consegnata una nuova autovettura, messa gentilmente a disposizione da uno dei tanti costruttori presenti nel gioco. Sponsorizzando, poi, l’auto regalataci, potremo ottenere sconti su pezzi di ricambio direttamente dai produttori. Una sorta di “do ut des”, insomma! Ogni gara conferirà anche al pilota un premio in denaro, che potrà essere speso oltre per il tuning appena citato, anche per l’acquisto di nuove autovetture. Certo è che non saremo mai in grado di possederle tutte, dato che il loro numero si aggira intorno alle 400. Ritornando ancora un attimo sul sistema di modifica alle vetture, dobbiamo precisare che il nuovo titolo di Turn 10 lascia spazio agli esperti di personalizzare ogni singolo aspetto del mezzo, dai freni al cambio, dalle gomme al motore, lasciando completa libertà di apportare modifiche o upgrade. Mettendo mano alla vettura, si dovrà però stare attenti a non produrre effetti controproducenti. Si consiglia, allora, per i meno esperti, di affidarsi alla ben più semplice opzione di autotuning offerta gentilmente dal team di sviluppo. Rimane ovviamente spazio anche per il tuning estetico, ossia per la personalizzazione delle livree. Sarà possibile arricchire la nostra auto di grafiche, scritte, decalcomanie o vernici varie, in modo da rendere il nostro mezzo unico e riconoscibile tra mille altri. Come si può ben capire, Forza 3 è un titolo accessibile a tutti, e affianca ad approcci propriamente realistici, possibilità più immediate, fruibili da un grosso bacino di utenza. Apprezzatissimo è stato in passato anche il sistema di aste online, tramite le quali era possibile acquistare o vendere autovetture create dagli utenti. Tale caratteristica è riproposta anche in quest’ultimo lavoro, così che i crediti acquisiti potranno anche essere spesi in acquisti on-line di questo genere.

Curva come se fosse sulle rotaie

Ma veniamo adesso al gameplay proposto da quest’ultima produzione Turn 10.

Forza 3 offre una fisica di guida appagante e realistica, senza rendere inaccessibile il gioco ai meno esperti. Ogni vettura propone al pilota una sensazione di guida diversa, restituendo sempre e comunque il giusto senso della velocità e di pesantezza del veicolo sull’asfalto. Sulla guidabilità influirà pesantemente anche il lavoro sopra citato effettuato in garage. Ogni modifica si farà sentire in pista e la vettura avrà comportamenti diversi a seconda dell’assetto che abbiamo deciso di imprimergli. Nonostante abbiamo più volte parlato di un prodotto accessibile ai più, occorre notare che Forza Motorsport 3 non tradisce le sue origini simulative, così che ogni pilota, anche il meno esperto, dovrà imparare a padroneggiare al meglio alcune basi della guida. Sarà dunque fondamentale imparare a frenare al momento giusto prima di ogni curva e impostare una traiettoria pulita, senza troppe sbavature. Il rischio di “tirar dritto” ad ogni cambio di direzione è insomma alto e potrà essere scongiurato solo atraverso una guida ragionata e mai troppo aggressiva.

Se si vuol rischiare qualche frenata in meno, nella speranza di recuperare posizioni in pista, si dovrà fare i conti con l’alta possibilità di finire sul prato o, peggio ancora, su qualche guard rail. Per non spaventare, però, i meno avvezzi, citiamo subito gli innumerevoli aiuti alla guida che riusciranno a facilitare del tutto l’approccio ad ogni gara. Come se questo non bastasse, a semplificare le cose ci pensa anche l’opzione “rewind” ripresa pari pari dall’ottimo GRID di Codemasters.

Questa possibilità di portare indietro il tempo, fino ad un attimo prima dell’errore, rende le cose un pò troppo semplificate. Non solo, infatti, non è presente nessuna limitazione al suo utilizzo, ma non vi è nemmeno un sistema di penalità che ci scoraggi nel servirci tale aiuto. La scelta è, così, lasciata all’utente, ma state pur certi che anche i più accaniti fan del realismo utilizzeranno almeno una volta questa chance offerta dal titolo, onde evitare di gettare al vento una gara perfetta, magari per un’ultima curva andata male. C’è da segnalare che la calibrazione degli aiuti è del tutto svincolata rispetto al livello di bravura della I.A. avversaria. Potremo, cioè, scegliere di mantenere attive tutte le assistenze alla guida, ma di confrontarci con avversari tosti che difficilmente ci lasceranno strada. In un contesto siffatto si fa però sentire l’assenza di variabili condizioni metereologiche.

Tutte le competizioni si svolgeranno di fatti sotto un cielo limpido e soleggiante. Non avrebbe di certo guastato qualche pioggerellina leggera o, perché no, un acquazzone dirompente in grado di renderci la guida maggiormente complicata. Piccoli particolari a parte, ci troviamo di fronte ad un titolo automobilistico definitivo, almeno per questa generazione di console. La riserva rimane però sempre apposta, dovendo ancora esprimere un parere su Gran Turismo 5, quando riuscirà finalmente ad “entrare in pista”.

Profilo tecnico

Tenendo in cosiderazione anche i tempi relativamente brevi di sviluppo, questo Forza Motorsport 3 non delude nemmeno per il reparto tecnico. Le 400 vetture presenti sono riprodotte con minuzia di particolari, con riflessi di luci e ombre sulle carrozzerie davvero apprezzabili e realistici. Le texture sono dunque ottime, anche se qualche appunto potrebbe essere fatto alle visuali interne, un pò piatte e “sempliciotte”. In questo senso, l’ultimo nato in casa EA, aveva saputo esprimersi in maniera migliore. Ottimo anche il colpo d’occhio globale offerto dalle ambientazioni in cui si svolge la gara, così come i circuiti realizzati egregiamente. Le piste, considerando le varianti e le versioni “reverse” sono più di 100, quasi tutte frutto dell’immaginazione dei creatori. Solo due, invece, i circuiti su licenza: Mugello e Lacuna Secca. Sonoro apprezzabile ed elegante. Musiche di sottofondo godibilissime ma mai troppo invasive. Gli effetti sonori supportano, poi, al meglio la pregevole struttura di gioco fin qui delineata.

Conclusioni

Per tutti gli appassionati di gare, Forza Motorsport 3 rappresenta l’ennesima evoluzione del genere. Gameplay credibile ed appagante, cornice tecnica pregevole e realistica. Questi, in sintesi, gli elementi che caratterizzano quest’ottima simulazione di guida. È doveroso anche ricordare che i vari settaggi permettono una guida piacevole per tutti i palati. Gentleman…starts your engine!

Emiliano “Orsoraro” Contarino

CI PIACE
  • Guidabilità
  • Parco macchine
  • Reparto Tecnico
NON CI PIACE
  • Calibrazione difficoltà migliorabile
  • Manca il meteo dinamico
9Cyberludus.com
Articolo precedenteScribblenauts – Recensione
Prossimo articoloThriller Live arriva in Italia
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.