Il primo Overlord, rilasciato su PC e Xbox 360 nel giugno del 2007 e, successivamente, su Playstation 3 nel 2008, può essere sicuramente definito come una delle più grandi sorprese videoludiche degli ultimi anni. Nonostante l’accoglienza dell’epoca non fu delle più calorose, il suo concept originale e particolare, che fondeva elementi action, strategici e ruolistici, gli permise di vendere ben un milione di copie, traguardo sicuramente inaspettato anche dagli stessi sviluppatori. La serie, diventata dunque uno degli IP più originali e importanti di Codemasters, arriva cosi al suo secondo capitolo portando con sé una serie di interessanti novità a livello della giocabilità e nuove situazioni comiche che ci faranno vivere momenti a dir poco esilaranti.

Tremate: il male è tornato!

La trama di Overlord 2 si colloca temporalmente diversi anni dopo i fatti accaduti nel titolo originale, ovvero con la scomparsa del signore del male, protagonista assoluto della prima avventura. Per far fronte a questa situazione, toccherà ad un bambino misterioso e dalle grandi potenzialità riunire quell’esercito di serventi che, orfano del proprio padrone, ha visto diminuito il suo potere ed è andato in cerca di nuovi luoghi nei quali stabilirsi. Il nuovo signore del male dimostra fin dalle prime battute di essere un degno erede del suo predecessore, e inizia a seminare distruzione a Nordberg, la cittadina nella quale sarà ambientata quest’avventura, approfittando dei poteri magici dei quali è in possesso. L’obiettivo sarà quello di conquistare i territori che durante il lasso di tempo intercorso tra il primo e il secondo capitolo sono stati occupati dagli umani, facendo i conti contro imperi armati dalla testa ai piedi, elfi che cercheranno di proteggere in tutti i modi l’ambiente, hobbit, cacciatori, animali feroci e creature magiche. Al fianco dell’overlord saranno, come sempre, i serventi, piccoli e strambi esserini disposti davvero a tutto pur di assecondare ogni desiderio del loro malvagio padrone. Il vero perno del gioco sarà senza dubbio costituito dalla gestione di questi servi, che si differenziano gli uni dagli altri in quanto sono stati divisi in quattro categorie. Entriamo più nello specifico. Serventi Marroni definiti “i Lottatori”: versatili, sono dotati di una grande resistenza ma non riescono ad infliggere grossi danni in battaglia; è indicato usarli per bloccare temporaneamente l’avanzata nemica. Serventi Rossi definiti “gli Arcieri”: sono in grado di lanciare palle di fuoco e sono immuni alle fiamme. Hanno anche la possibilità di spegnere eventuali incendi o fuochi scatenati in battaglia e possono cavalcare i lupi. Serventi Verdi definiti “Assassini” : possono neutralizzare i veleni e sono abilissimi assassini. Sono invisibili ai nemici se restano immobili e possono cavalcare piccoli ragni, raggiungendo luoghi altrimenti inaccessibili. Serventi Blu definiti “i Guaritori”: come dice il nome stesso, questo tipo di serventi puo’ curare i feriti in battaglia e sono gli unici tra le quattro classi ad aver la possibilità di nuotare, particolarità che gli altri serventi non hanno.

Queste strane creature si riveleranno come parte fondamentale per aggirare gli ostacoli, risolvere gli enigmi ed eliminare in modo veloce gli avversari, quindi dovrete fare attenzione ad imparare a gestirli nel miglior modo.

Overlord 2

Giocabilità

Una triplice anima action, rts e rpg fa risaltare un’ottima cura riposta dal team di sviluppo per quanto riguarda la giocabilità. Dal lato strategico, è possibile dilettarsi con varie possibilità che portano una boccata d’aria fresca al genere, come la capacità dei serventi di combattere cavalcando altri animali o di organizzare imboscate. Per quanto riguarda, invece, le fasi da gioco di ruolo, è possibile far creare all’overlord nuovi attrezzi, armature, resuscitare i servi morti in battaglia e, infine, disporre al meglio del proprio esercito. Sono comunque presenti molte altre opzioni che vanno, senza alcun dubbio, ad allungare la longevità e ad aumentare in modo significativo l’esperienza di gioco rispetto a quanto fatto vedere dal suo illustre predecessore. Rispetto al primo Overlord, questo secondo capitolo ha il pregio-difetto (dipende dalle vostre esigenze e dalla vostra esperienza) di prendere un po’ per mano il giocatore, guidandolo ed accompagnandolo quasi in un modo lineare attraverso le vicende della trama e lasciando poco spazio alla sperimentazione e all’esplorazione dell’ambiente circostante.

Inoltre, quasi tutti gli enigmi, purtroppo, possono essere risolti in un’unica maniera. Segnaliamo, infine, la presenza di una modalità multiplayer con la presenza di mappe che permetteranno di giocare in cooperativa o in 1 vs 1. Ma non contateci troppo: l’esperienza è davvero scarna e rimane un passatempo da tenere in conto solo quando avrete finito la parte single player.

Overlord 2

Aspetti tecnici

Tecnicamente il gioco si presenta simile all’episodio precedente, ma il team di sviluppo ha cercato di migliorarne ogni lato. L’impatto grafico è di tutto rispetto: Overlord II ripropone le colorate ambientazioni fantasy che ci avevano stupiti nel primo capitolo. Il framerate, purtroppo, non è sempre stabile e nelle situazioni più concitate il motore di gioco verrà messo a dura prova. Per quanto concerne il sonoro, i motivetti di sottofondo saranno accompagnati dai continui dialoghi dei serventi che, strambi e divertenti come sono, risulteranno una simpatico diversivo dalle classiche colonne sonore che solitamente regnano sovrane nelle avventure. Peccato per l’intelligenza artificiale dei nemici che, a nostro parere, risulta davvero troppo bassa.

Overlord 2

Conclusioni

Cattivo, ironico, spensierato, divertente: sono queste le quattro chiavi di Overlord II e non potremmo additargli definizioni diverse. Sequel del primo episodio che ha stupito tutti per la boccata d’aria fresca che ha portato nel genere action, porta con sé pregi e difetti del predecessore ma fa passi avanti sia nella giocabilità che nel comparto grafico. Un acquisto obbligato per chi ha adorato il primo, ma in generale ci sentiamo di consigliarlo, senza riserve, agli amanti del genere.

Floriana “plooo” Giambarresi

CI PIACE
  • Divertente
  • Originale
  • Buon Doppiaggio
NON CI PIACE
  • Sistema di controllo non sempre preciso
  • Comparto multiplayer insoddisfacente
  • Intelligenza artificiale non adeguata
8Cyberludus.com
Articolo precedenteFallout 3 Mothership Zeta DLC uscirà su Xbox Live Marketplace
Prossimo articoloStar Wars: Il Potere della Forza si espande ancora!
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.