Overlord 2

Ritorna il signore del male

“Overlord” (di cui potete trovare una recensione qui), titolo uscito due anni or sono, è divenuto famoso per la caratteristica peculiarità di poter impersonare un signore del male alla conquista del Mondo. Sicuramente il titolo sviluppato dai ragazzi della Triumph Studios non era il primo esempio di videogioco con un protagonista dichiaratamente malvagio, ma a decretare le sue fortune furono senza dubbio lo humor nero e l’impronta propria  degli strategici in tempo reale. La schiera di fan letteralmente catturati dal primo capitolo ha spinto Codemaster a finanziare la realizzazione del secondo episodio che uscirà nel mese di Giugno per PC, PS3 e Xbox 360. Le informazioni trapelate intorno al nuovo capitolo della serie non sono molte, la cosa certa è che la stesura del gioco è stata affidata di nuovo a Rhianna Pratchett (scrittrice che si era occupata anche della sceneggiatura del precedente capitolo) e che lo stile saranno in linea con quelli del primo “Overlord”.

Squadra che vince non si cambia

Chi ha avuto la fortuna di giocare ad Overlord saprà benissimo che stiamo parlando di un action-rpg a forte tinte fantasy dove, da veri signori del male, dovremo vedercela con creature mostruose per imporre la nostra legge. “Overlord 2”, come avviene per ogni videogioco di successo, non proporrà un completo stravolgimento della struttura di gioco, ma solo degli affinamenti ad un gameplay tendenzialmente invariato. 

Impersoneremo un nuovo signore del male, coperto da un’imponente armatura d’acciaio, che nella sua mano destra brandirà il consueto spadone e si farà largo a suon di fendenti e di magie, in un contesto che, questa volta, ricorda da molto vicino il Sacro Romano impero. La mano sinistra del nostro anti-eroe è deputata al lancio di magie, in grado di evocare i malvagi Minions (una sorta di Goblin).

Nell’oscuro viaggio saremo accompagnati dal un vero e proprio esercito del male (costruito strada facendo) che non eviterà di sacrificarsi per salvare la nostra vita. Questi seguaci saranno di diversa tipologia, potenza e abilità. Inizialmente si potranno richiamare soltanto cinque servi ma, proseguendo nell’avventura, il loro quantitativo aumenterà in maniera smisurata, al punto da arrivare a ricoprire quasi tutto la schermata di gioco. Questa peculiarità (molto apprezzata in “Overlord”), è stata ulteriormente ritoccata: l’A.I. dell’esercito creato sarà notevolmente raffinata, al punto che i nostri scagnozzi potranno sbloccare porte, recuperare oggetti, ed addirittura risolvere banali enigmi.

Gli sviluppatori per riuscire a mantenere un frame-rate accettabile, vista la mole di elementi su schermo, hanno dichiarato che non sarà possibile aumentare la quantità di Minions per non gravare ulteriormente sul motore grafico. Dal punto di vista tecnico (essendo passati due anni) è stato fatto un discreto salto in avanti, con delle animazioni più curate e una fisica tutta nuova.

In sostanza si è cercato di andare a limare uno dei difetti del predecessore: una grafica decisamente confusionaria. Visionando il trailer di questo nuovo episodio sembra che i progressi in avanti siano davvero notevoli.

Un vero Signore del male

Un padrone del male che si rispetti deve avere la possibilità di scegliere fino a che punto inferire sulle proprie vittime. Nel primo episodio però non si poteva dare libero sfogo al maligno che è in noi non potendo decidere sul tipo di sofferenza da arrecare al nemico. In “Overlord 2”, si avrà la possibilità, sia di scegliere se compiere dei macabri massacri, oppure, se infliggere una sofferenza graduale arrivando a schiavizzare il nostro avversario. Il tutto avverrà secondo il canonico humor nero che tanto era piaciuto in passato; le strambe creature incontrate nel corso dell’avventura lesineranno più di qualche sorriso.

Nel nostro pellegrinare tra le oscure viscere del male, saremo coadiuvati da un’utilissima mappa posta sull’angolo inferiore sinistro dello schermo, che ci aiuterà ad orientarci e ad esplorare tutte le aree.

Il nemico sarà l’impero romano ed i suoi soldati rappresentati come grassi ed oziosi; di certo se vorremo cercare di impadronirci del Mondo dovremo passare anche sui loro cadaveri. 

Come in ogni strategico in tempo reale si dovrà organizzare il proprio esercito, controllarlo, gestirlo e scegliere i capogruppo più idonei. Sostanzialmente “Overlord 2” segue la filosofia del primo episodio, migliorando la struttura di gioco ed implementando quelle novità che non possono far altro che rendere felici gli appassionati. Un bel passo avanti sembra sia stato fatto dal punto di vista tecnico: il motore grafico, a detta dei programmatori, dovrebbe essere in grado di gestire tutti gli elementi su schermo mantenendo un frame-rate elevato. La possibilità di decidere sulla sorte dei nostri nemici è una chicca in grado di accontentare tutti coloro che hanno amato il primo capitolo. Non resta quindi che aspettare fiduciosi il mese di giugno..in fondo non manca molto tempo!

Conclusioni

Pur non essendo un titolo innovativo “Overlord 2” è il seguito di un titolo che tanto aveva fatto divertire i videogiocatori di tutto il mondo. L’indiscutibile fascino del maligno, unito alla sceneggiatura scritta da una penna di spessore come quella di Rhianna Pratchett, fanno del prossimo episodio prodotto da Codemaster un “must-buy” per tutti gli amanti degli action-rpg. Di certo non ci troviamo di fronte a un prodotto innovativo, ma ad un gioco che ha saputo conquistare una discreta schiera di fan nel corso degli anni e a creare e consolidare un brand.

Lollo 79

Articolo precedenteBattlestations Pacific- Recensione
Prossimo articoloUncharted 2: Among Thieves – nuovo trailer giapponese
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.