Project Natal sembra  destinato a far parlare molto di sè. Se da una parte sono in molti coloro che mettono in dubbio la reali capacità di intrattenimento di questa nuova periferica, dall’altra esistono numerosi sostenitori o, comunque, persone che credono nel suo potenziale “rivoluzionario”.

Appartengono a questa schiera i programmatori di Rare che in una recente intervista hanno dissolto alcuni dubbi circa le  possibilità offerte da Project Natal.

” Ogni giorno stiamo apprendendo molto su Natal e sull’esperienza che questa nuova tecnologia è in grado di offrire.  Per esempio, con uno sparatutto, è sufficiente ripensare al modo in cui funziona. Attualmente giochi di questo genere funzionano in un determinato modo, perché sono stati progettati attorno al comando originale della Xbox 360. La domanda che ci poniamo adesso è la seguente: come possiamo creare uno sparatutto che ci consente di  sparare, lanciare granate e correre nel modo in cui siamo abituati? Forse non si può realizzare. Forse, invece, è possibile. Verdemo cosa saremo in grado di fare” aggiunte il creativo.

Le premesse, dunque, sembrano già essere interessanti, non ci resta dunque che attendere i prossimi aggiornamenti

Articolo precedenteIl nuovo sensore di movimento Sony in arrivo durante la primavera
Prossimo articolo3D Realms ha in cantiere oltre dieci titoli (?)
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.