Durante una discussione con i ragazzi di Bungie, un giornalista del Seattle Times, Brier Dudley, è riuscito a strappare qualche nuova informazione riguardo Halo Reach e Halo ODST. Sul primo emerge l’interessante indiscrezione secondo cui il titolo potrà essere giocato tranquillamente sfruttando il Project Natal, la tecnologia mostrata all’ E3 da Microsoft che permette di sfruttare il proprio corpo come controller di gioco. Riguardo invece OSDT, lo spinoff della classica trilogia di Master Chief, sembra che questo capitolo intermedio sarà il meno lineare uscito fino ad ora. Sembra quindi che questi due nuovi capitoli, in un modo o nell’altro, stiano prendendo un po’ le distanze dai primi tre episodi e, come accade spesso nel mondo dei videogames, i fan della saga si dividono.

Alex Camilleri

Articolo precedenteOverlord 2: in arrivo presto contenuti aggiuntivi
Prossimo articoloDawn of War 40k: Soulstorm – Recensione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.