Dopo la recensione che tutti quanti voi hanno avuto la possibilità di leggere sul nostro portale, Cyberludus è felice di mettere a disposizione dei nostri lettori un ulteriore approfondimento sull’originalissimo titolo di NCsoft, City Of Heroes. L’appuntamento è di quelli importanti e qui, nella redazione di Cyberludus, c’è un’attesa quasi febbrile. L’ora X è fissata per le 18.00, momento in cui incontrerò telefonicamente, presso la sede di NCsoft in Inghilterra, niente poco di meno che Matt Miller, Lead Senior Designer di City of Heroes e City of Villians.Decido di chiudermi a chiave nel mio ufficio, lasciando fuori quanti rimarranno ad origliare dietro la porta per l’intera durata dell’intervista. Durante le presentazioni di rito, capisco immediatamente che Matt è una persona molto disponibile ed alla mano, quindi inizio subito con le domande !

1) Cyberludus: E’ noto che City of Heroes sia un MMORPG ( Massively Multiplayer Online Role-Playing Game, gioco di ruolo online multigiocatore di massa, ndr) molto differente e molto lontano dai classici schemi del classico gioco fantasy pieno di elfi, draghi rossi e dungeons. Sono molto curioso di conoscere quale sia la vera anima dietro CoH. Che cosa mi puoi dire a questo proposito ?

Matt Miller: City of Heroes è un gioco basato sui fumetti, soprattutto sui fumetti dei supereroi americani. Quando iniziammo a progettare il gioco, decidemmo da subito che doveva essere molto differente rispetto ai tipici giochi fantasy con draghi e dungeons. Pensammo ad un gioco che permettesse al giocatore di usare dei superpoteri, di volare tutt’attorno alla città, di combattere i criminali…insomma di fare quelle cose che si leggono e si vedono nei fumetti dei supereroi !
Quando iniziammo a lavorare su City of Heroes in realtà iniziammo a progettare il gioco più come un simulatore di fumetti piuttosto che un MMORPG vero e proprio, inserendo tutti quelli che sono gli elementi tipici presenti nei fumetti.

2) Cyberludus: Parliamo un po’ del vostro fantastico sistema di creazione dei personaggi dei giocatori. Penso che sia davvero ben fatto e talmente semplice da usare che tutti quanti noi abbiamo avuto modo di conoscere i problemi che sono sorti con la Marvel in passato. Che cosa c’è dietro la vostra motivazione di prendersi così tanta cura per la creazione di un personaggio del giocatore ?

Matt Miller : Come ho detto prima, ci troviamo davanti ad un simulatore di fumetti piuttosto che davanti ad un MMORPG. Questo significa che un giocatore che inizia un MMORPG si trova sempre con un costume piuttosto semplice che poi può migliorare a mano a mano che aumenta di livello per renderlo sempre più bello. Nei fumetti tutto questo non accade mai ! Nei fumetti l’eroe ha sempre un costume molto bello e adeguato a quello che il personaggio è chiamato a fare nella storia: per questo motivo abbiamo voluto che i nostri giocatori potessero creare avatar che fossero davvero “cool” fin dal primo momento.

3) Cyberludus: Lo sviluppo di Marvel Universe Online è completamente fermo, il progetto è stato concellato o c’è qualche speranza di vedere questo titolo completato?

Matt Miller : Come ben sai all’inizio stavamo sviluppando un gioco con tanto di bozzetti e di tutto quelle che serve per fare andare avanti un titolo. Ad un certo punto ci siamo fermati per vedere che tipo di gioco avevamo in mano e per capire se andare avanti oppure no: diciamo che abbiamo valutato quali fossero i reali benefici per l’utente finale.

4) Cyberludus: City of Heroes è arrivato alla Issue 12. Da dove traete la vostra ispirazione per creare avventure sempre nuove?

Matt Miller : Quando viene progettato il gioco abbiamo davanti moltissimo materiale che riguarda i gruppi di villians, le storie precedenti e altre cose di questo tipo ma è impossibile mettere tutto dentro! Quindi a mano a mano che andiamo avanti con le Issues diamo un’occhiata a tutto questo materiale e ci chiediamo “Cosa possiamo usare?”. L’obiettivo è quello di raccontare sempre più cose ai nostri giocatori, per cui facciamo sempre riferimento al nostro enorme archivio dal quale abbiamo appunto tirato fuori il materiale per la Issue 12 e la Midnight Squad per esemprio. Nell’ambito del gioco questa era presente molto poco e con qualche giocatore a rappresentarla, si tratta di un’organizzazione molto segreta che abbiamo voluto avesse un ruolo di maggiore importanza con la Issue 12.

5) Cyberludus: Lo sviluppo di City of Heroes è influenzato dai nuovi eroi che si vedono sempre di più nelle nuove serie TV, come per esempio “Heroes”, oppure credi che sia il vostro gioco a influenzare gli autori televisivi ?

Matt Miller : Io penso che, in generale, il genere “fumetto” stia diventando sempre più popolare dal momento che gli autori hanno iniziato a scrivere le loro storie sempre meglio, sebbene ci siano molti modi diversi per raccontarle: ci sono i classici eroi in spandex della Marvel e della DC Comics oppure quelli che vengono proposti nella vita di tutti i giorni come nei telefilm. In questo modo ciascuno cerca di mettere in risalto degli aspetti diversi di questi personaggi che finiscono con il creare una “letteratura” di eroi con molti punti in comune.
[coh] [coh] [coh]

6) Cyberludus: Sono sicuro che moltissimi dei vostri giocatori abbiano una profonda cultura sia del fumetto sia del film dedicato al mondo dei super eroi: come puoi definire il vostro rapporto fra voi ed i vostri fan ?

Matt Miller : Siamo molto attenti a quello che i nostri fan ci chiedono. Leggiamo ogni giorno i vari forum e abbiamo sempre un gruppo di persone che li seguono, cercando di rispondere il più possibile a tutte le domande dei giocatori per essere sicuri di venire incontro alle loro richieste. Se ci rendiamo conto di avere creato un passaggio del gioco o un area che non interessa ai giocatori allora, evidentemente, abbiamo fatto qualcosa di sbagliato: se un giocatore sottoscrive l’abbonamento del gioco è chiaro che vuole giocare ed nostra intenzione fare in modo che sia divertente! E’ un po’ come quando tu ti metti al tavolo e fai il “master” in un gioco di ruolo: devi essere sempre attento a quello che i tuoi giocatori vogliono. I nostri giocatori vogliono sempre qualcosa di interessante, vogliono investigare sempre di più sulla “Quinta Colonna”, voglio conoscere ogni minimo dettaglio di tutto e noi cerchiamo di distribuire il tutto sulle varie Issues.

7) Cyberludus: Quale è la cosa più divertente che vi è capitata da quando è nato City of Heroes ?

Matt Miller : I giocatori chiedono sempre qualcosa di molto “cool”. Credo che la cosa più divertente sia accaduta quando i membri della Quinta Colonna uscirono dal gioco nella Issue 2. I giocatori già presenti nel server si chiesero “ ma dove vanno??? ”, “ ma che cosa succede ???”, volevano sapere come si sarebbe evoluto il gioco, se li avrebbero rivisti di nuovo…Insomma si finì per dare loro uno status quasi mitologico! Ed il bello è che tutti i nuovi giocatori, che non li avevano mai visti prima e che non ebbero mai modo di combattere contro di loro, sapevano soltanto che la Quinta Colonna era esistita. Sapevano che c’era stato qualcosa per cui quel gruppo di Villians era stato sostituito da un altro gruppo di Villians. Si era spontaneamente creata una situazione quasi mitologica che ci ha permesso, soprattutto un paio di Issues fa, di giocare molto su questo argomento che i nostri giocatori sembrano apprezzare moltissimo.

8) Cyberludus: E’ un dato di fatto che il cinema sta facendo spendendo molto denaro per creare nuovi film con super eroi. Ritieni che questo sia un fattore positivo per voi oppure temi che questo possa un po’ annoiare i giocatori ?

Matt Miller : In realtà credo che sia una cosa molto buona per noi! Cioè tutto quello che può spingere un videogiocatore verso il genere del fumetto da super eroe per noi è un vantaggio. Ci sono tantissime persone che adorano questi personaggi, che amano queste storie e più sono stimolate più sono invogliate a cercare qualcosa di nuovo che abbia a che fare con queste cose. Molte di loro non hanno mai potuto provare a giocare un super eroe ed è questo il motivo per cui abbiamo sempre molte trial aperte. In questo modo possono vedere quanto è facile creare un personaggio in City of Heroes e possono vedere da vicino quanto potrebbero divertirsi rimanendo all’interno del gioco.

9) Cyberludus: Avete usato dei media differenti per promuovere City of Heroes un po’ sulla linea di quanto stanno facendo altri videogiochi come World of Warcraft ? Oltre i fumetti, non so, carte da gioco o qualcosa di simile ?

Matt Miller : Si. Abbiamo speso tempo e investimenti per esplorare queste nuove opportunità. Da una parte abbiamo avuto la possibilità di sviluppare del materiale che avevamo a disposizione ma dall’altra molte cose che avevamo già in mano non hanno mai visto la pubblicazione. Abbiamo realizzato i nostri fumetti, abbiamo provato le nostre strade, abbiamo tirato fuori dal gioco alcuni protagonisti inserendoli in questi fumetti e in futuro faremo altro per promuovere il gioco.

10 ) Cyberludus: Tutti quanti noi abbiamo avuto modo di toccare con mano le migliorie che sono state introdotte con la Issue 12. Puoi dirmi qualcosa di più su quanto vedremo con la prossima Issue oppure è ancora tutto segreto ?

Matt Miller : E’ chiaramente ancora un segreto. Ci saranno dei nuovi sistemi che introdurranno delle novità nel gioco. Qualcosa di più di semplici missioni su una mappa precisa. Saranno nuovi sistemi che miglioreranno ancora di più il gioco.

11) Cyberludus: L’ultima domanda: City of Heroes e Champions Online in cosa saranno differenti? Sarà possibile per un giocatore di CoH interagire o giocare con un giocatore di CO ?

Matt Miller : No no. Sono due cose diverse che vengono sviluppate da due aziende diverse. I due giochi non saranno sicuramente compatibili tra di loro. E’ lo stesso tipo di gioco ma è un po’ come parlare di World of Warcraft e di Everquest.

L’intervista si conclude così. Matt “Positron” Miller è stato semplicemente fantastico. E’ molto difficile riuscire a trasmettere con i freddi caratteri che vedete sul vostro schermo, l’energia e la passione con la quale Matt mi parla di City of Heroes. Consiglio a tutti quanti voi di provare la trial per capire ciò di cui stiamo parlando e di scaricare dal sito ufficiale i meravigliosi fumetti dedicati al mondo di CoH
Non posso che ringraziare ancora una volta Matt Miller e lo staff della NCsoft per avermi dato la possibiltà di arrivare così vicino al vero spirito di City of Heroes.

Articolo precedenteSequel Inaspettato Per Muccino
Prossimo articolo007 Quantum of solace
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!