Per gentile concessione di AverMedia stessa, siamo riusciti a mettere le mani sul Live Gamer Portable 2 Plus. Trattasi di un PVR, il piccolo gioiellino dell’azienda taiwanese riesce a registrare e trasmettere in streaming filmati di gioco anche in 4K. Ad un prezzo estremamente competitivo, tale dispositivo potrebbe fare davvero al caso vostro qualora intraprendiate una carriera sui social network. Ecco le nostre considerazioni dopo svariati utilizzi.

Look e presentazione

Il prodotto si presenta in una confezione elegante e professionale di ottima fattura. Già dopo un primo sguardo ravvicinato al cofanetto rosso, risulta chiaro come ci si trovi per le mani un accessorio per professionisti del gaming e del live streaming. Al suo interno troverete, oltre al Live Gamer Portable 2 Plus, un cavo USB per l’alimentazione, un foglietto illustrativo e un cavo HDMI da collegare a monitor e TV. Sebbene il libretto per le istruzioni sia piuttosto scarno, troverete un cospicuo manuale online direttamente tramite il sito web della compagnia. Il cavo in alta definizione dato invece in dotazione risulta essere piuttosto breve, cosa alquanto scomoda qualora si abbiano difficoltà per motivi di spazio. Non è inclusa ovviamente la scheda micro-SD, fondamentale per immagazzinare i filmati dalle già corpose dimensioni: è consigliato utilizzarne una da almeno 32GB.

Per quanto riguarda il look del prodotto è necessario fare un plauso ad AverMedia. Le sue dimensioni ridotte rendono il prodotto facile da disporre sul proprio ripiano di lavoro. Anche il design inoltre è degno di menzione, spigoloso e futuristico, con il logo luminoso sul fronte corpo. Pochi pulsanti e switch di comando, niente fronzoli, solo compattezza e aggressività per quello che si è rivelato essere un PVR di altissima qualità.

Connessione e funzionamento

Predisporre la propria configurazione da stream è estremamente semplice. Seguendo le istruzioni user-friendly riportate sul manuale, potrete collegare ogni cavo in pochi secondi. Il Live Gamer Portable 2 Plus andrà connesso direttamente alla console, mentre un cavo HDMI secondario dovrà congiungerlo al vostro monitor. Infine il cavetto USB servirà ad alimentare il dispositivo, con un consumo di energia davvero contenuto. Grazie allo switch principale sul fronte del PVR, potrete decidere se mandare in streaming al PC i vostri filmati o addirittura registrare le sezioni di gioco senza disporre di un computer. Tale caratteristica è estremamente utile nel caso vi troviate a casa di amici e vogliate condividere le vostre ore di divertimento assieme. Con la terza opzione infine è possibile visionare ogni cattura, esplorando i contenuti della scheda micro-SD.

Sebbene il risultato finale sia eccellente, è nostro dovere fare un piccolo appunto. Per poter registrare correttamente i filmati dalla vostra PlayStation 4, sarà obbligatorio disattivare la spunta HDCP dalla cartella Sistema. Dopo aver effettuato tale operazione, lo schermo è diventato completamente nero. A volte solo per pochi istanti, altre volte perennemente senza ritorno, siamo stati costretti ad effettuare svariati hard reset della console e ciò potrebbe risultare non poco fastidioso.

Vi riportiamo di seguito i requisiti di sistema per collegare efficacemente il PVR al vostro PC:

OS: Windows® 10 / 8.1 / 7 / Mac OS X
Intel® Core™ i5 CPU i5-3330 or comparabile (i7 raccomandato)
NVIDIA® GeForce® GTX 650 / AMD Radeon™ R7 250X o superiore e raccomandato
4 GB RAM
Porta USB 2.0 alimentata
Scheda MicroSD Class 10 per la registrazione senza PC

Concludendo…

Quello di AverMedia è un prodotto eccellente, dall’ottimo design e dal facile utilizzo. Sebbene sia presente qualche piccolo ostacolo nel collegamento alla console, una volta oltrepassato vi ritroverete tra le mani un accessorio davvero utile. Il Live Gamer Portable 2 Plus potrebbe davvero fare al caso vostro, elevando notevolmente la qualità dei vostri streaming e dei gameplay da caricare sui social network. Ad un prezzo tutto sommato competitivo – se paragonato agli altri esponenti della concorrenza – tale accessorio vale completamente l’esborso iniziale.