RPG Maker MV – Creare un gioco non è mai stato così facile – Recensione

RPG Maker MV

Sin da quando ero piccolo, i giochi di ruolo giapponesi mi hanno sempre portato riflettere sulle incredibili opportunità che il genere portava con sé. La struttura rigida, per alcuni forse eccessivamente, dell’aspetto ludico era in realtà il suo punto di forza, perché lasciava libero spazio alla creatività dei programmatori su aspetti che oggi sono spesso trascurati. Scommetto una birra che chiunque abbia giocato a Final Fantasy VI e a Dragon Quest V poco o nulla ha da recriminare alla ricca esperienza offerta da storia, musiche e gameplay. Col tempo, come è ovvio che sia, il genere è andato svecchiandosi, perdendo però – nella quasi totalità dei casi – di personalità, e lasciando noi nostalgici con grosso vuoto esistenziale. Grazie ai ragazzi di Ascii, direttamente dal paese del Sol Levante arriva l’ultima incarnazione del tool di sviluppo che ha permesso la creazione di giochi che, senza timore di smentita, definirei eccezionali – qualcuno ha detto “To the moon“??? – , prodotti che, nonostante i limiti tecnici propri del software stesso, hanno permesso agli appassionati di jrpg di sbizzarrirsi ed andare colmare proprio il vuoto di cui parlavo prima. In verità RPG Maker è sul mercato già da un po’ e conta all’attivo ben diciotto uscite, l’ultima delle quali, RPG Maker MV, riesce ad elevare l’esperienza ad un livello assolutamente degno di nota, pur non stravolgendo quanto di buono fatto in precedenza. È una delle poche volte che ci sentiamo liberi di confermare quanto detto nello slogan che accompagna il marchio: “Abbastanza semplice per un bambino, abbastanza potente per uno sviluppatore”.

“Simple enough for a child. Powerful enough for a developer”

L’approccio con RPG Maker MV è davvero alla portata di un bambino, e vi assicuro che non lo dico giusto per esprimermi con degli slogan. Per chi non ha mai usato una precedente versione del tool, vi basti sapere che RPG Maker vi mette a disposizione tutto l’occorrente per creare un gioco di ruolo di stampo nipponico, nello stile tipico di quelli apparsi sulla quarta generazione di console (per intenderci quella a cui afferivano il Sega Mega Drive e il mai troppo lodato Super Nintendo), lasciando a noi solo il compito di deciderne le peculiarità. L’editing comprende ogni aspetto del gioco, dalle mappe alle ambientazioni, dai dialoghi alle statistiche dei personaggi, dal proprio team ai nemici, siano essi comuni mostriciattoli da pochissimi HP oppure boss durissimi da sconfiggere. Nulla, e ripetiamo nulla, è impossibile da modificare, tanto che questa nuova versione offre la possibilità di decidere perfino che tipo di visuale utilizzare durante le fasi di combattimento. Fino ad RPG Maker VX Ace, l’impostazione di default del battle system – non modificabile a meno di armarsi di pazienza e riprogrammare l’intero codice del gioco – era quella in prima persona, sulla falsariga dei vari Dragon Quest apparsi sulle console negli anni Novanta. Ora è possibile optare per la fascinosissima visuale laterale, che tanto ci ha fatto sudare durante le sessioni a Final Fantasy, con la semplice pressione di un tasto. Per quanto riguarda l’interfaccia, vi basti sapere che si basa sul classico principio del drag-‘n- drop, davvero semplicissimo da padroneggiare e che, anche da totali neofiti, imparerete ad utilizzare immediatamente.

Altrettanto semplice sarà modificare gli assetti puramente ludici: statistiche, valori di livello, Hp e Mp saranno tutti liberamente editabili tramite una finestra apposita. Insomma, grazie all’interfaccia, il principiante sarà preso per mano e accompagnato nella creazione dell’RPG che ha sempre desiderato nei suoi sogni più zozzi. Ma RPG Maker MV non è rivolto solo ai principianti, visto che le possibilità di editing si moltiplicano esponenzialmente in mano a chi, con dedizione, approfondisce la conoscenza del tool di sviluppo. Un esempio fra tutti è la possibilità di non utilizzare il set dei suoni precaricati nel software – la cui qualità ci ha veramente impressionato – in favore delle proprie creazioni musicali: il software riconoscerà senza alcun problema i vostri file, opportunamente convertiti in formati adatti come ad esempio “.ogg”. Stesso discorso per quanto riguarda le immagini, siano esse dei personaggi o dei fondali, che una volta convertite in file .png saranno agevolmente riconosciute e così utilizzabili.

Ma questa non è che la punta dell’iceberg.

Come abbiamo detto prima, il poter intervenire direttamente sul codice del gioco che andrete a creare, apre possibilità neanche minimamente immaginabili in sede di recensione, i cui limiti sono dettati esclusivamente dalla creatività a disposizione degli utenti. Rispetto alle versioni precedenti abbiamo notato con piacere l’effettiva facilità di installazione di DLC e dei tool aggiuntivi che, tramite Steam, saranno subito disponibili per l’utilizzo al termine del download. Fortunatamente il dover smanettare manualmente dentro ai file di sistema del software ormai è un lontanissimo ricordo. Visto che è impossibile applicare su un software lo stesso metro di giudizio che noi di Cyberludus applichiamo ai videogiochi, qui di seguito troverete una valutazione sintetica dei vari aspetti che caratterizzano l’esperienza con RRG Maker MV.

Software

90/100; Come già detto, RRG Maker MV fornisce una suite creativa davvero completa, dove nulla è lasciato al caso e in pochi click chiunque è in grado di cambiare totalmente l’assetto ludico di un gioco. La stessa interfaccia, mutuata direttamente dalle precedenti versioni, risulta comoda e mai invasiva, merito dell’attenta operazione di “cesello” operata dagli sviluppatori nel corso di questi anni. Da notare come il tutto giri senza appesantire per nulla la CPU, rendendo le operazioni fluide come non mai. Davvero, questa nuova versione di RPG Maker offre un’esperienza senza precedenti sotto tutti i punti di vista. Eccellente.

Strumenti

80/100; Quelli già integrati sono sufficienti per qualsiasi esigenza : mappe, dungeon e perfino personaggi saranno editabili a nostro piacere, seguendo lo stile fortemente nipponico al quale i ragazzi di Ascii ci hanno abituato. Ma è importante sapere che è con dei Tool a pagamento, presenti sullo store di Steam, che si raggiunge l’eccellenza. In particolare abbiamo provato un editor di personaggi che permette di modificare nel dettaglio i vari avatar, e che, onestamente, ci ha lasciato bocca aperta. Ci teniamo ad avvertirvi di fare attenzione ai prezzi. Ottimo.

Database

70/100; Questo giudizio dovrebbe interessare esclusivamente chi non è intenzionato ad utilizzare le proprie creazioni artistiche, siano esse file audio o immagini. Qualitativamente ci troviamo di fronte ad un’offerta decisamente valida, anche se non ampia come avremmo sperato. Un problema facilmente arginabile sempre grazie allo store di Steam, che offre – ahimé a pagamento – un sacco di roba. Se per un Tool appare giustificata una spesa di decine di Euro, la stessa cosa non vale per un semplice ampliamento del database, ma si tratta naturalmente un parere personale. Buono.

Compatibilità

100/100; Con le versioni precedenti, uscire dall’ambiente windows è sempre stato un grosso problema. I giochi processati da RPG Maker MV, invece, non solo promettono di essere compatibili anche con l’ambiente mobile, ma riescono totalmente nell’intento, mettendo a disposizione un mezzo “user-friendly” per buttarsi nel vasto mondo degli store per smartphone, bisognosi di prodotti di qualità. Perfetto.

Concludendo?

Non abbiamo altro che elogi per RPG Maker MV, un prodotto che, a poco più di 70€, vi mette a disposizione un ambiente di sviluppo eccellente, dal valore intrinseco decisamente più elevaro. È ben pensato, è semplice, ed è soprattutto aperto alla possibilità di intervenire direttamente sul codice del gioco, il tutto senza mai gravare eccessivamente sulle risorse del PC. L’unico appunto che possiamo fare riguarda i prezzi delle offerte accessorie sullo store, ma è un appunto che non inficia minimamente la bontà del prodotto. Insomma, trovare dei difetti all’sperienza con il software di Ascii non è affatto semplice, e proprio per questo mi sento di promuovere a pieni voti questa versione di RPG Maker. IL software necessario per far vedere a quelli della Square come si crea un gioco di ruolo di stampo nipponico divertente e appassionante.

In breve

  • Genere:
  • Sito web: Vai al sito
  • Data di rilascio: ND
  • Sviluppatore:
  • Distributore:
  • Publisher:

Condividi
Articolo precedenteIl 25 novembre inizia la beta pubblica di Rainbow Six Siege
Prossimo articoloFallout 4: ecco quando arriveranno i prossimi update

CyberLudus è un’Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l’evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all’utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.